homepage

NovitÀ nel sito


Chi Siamo - Homepage - Centro "Fortunata Gresner"

Chi Siamo

"Fortunata Gresner" è un Centro educativo, formativo e riabilitativo sorto con questo nome a Verona attorno al 1954 per volontà delle Suore della Compagnia di Maria per l'educazione delle sordomute, congregazione religiosa di Diritto Pontificio civilmente riconosciuta con DPR n° 149 del 22/01/1955.

La Congregazione "Suore della Compagnia di Maria per l'educazione delle sordomute", fondata dal Servo di Dio don Antonio Provolo, è nata nel 1841 per rispondere ad una necessità particolare che in quel periodo la Provvidenza presentò al sacerdote veronese don Antonio Provolo: l'educazione umana e cristiana delle sordomute, categoria questa emarginata e considerata da molti incapaci di capire ed intendere.

La scuola istituita da don Antonio Provolo, ebbe come prima maestra Suor Fortunata Gresner, la quale seppe nel tempo utilizzare e trasmettere nel migliore dei modi l'eredità lasciata dal Fondatore: una propria metodologia, definita da alcuni studiosi musicopedagogia, la cui originalità consiste nell'educazione e nella riabilitazione dei sordi con la parola stessa, con il suono e con il canto.

La Congregazione Suore della Compagnia di Maria per l'educazione delle sordomute, come ente gestore, sviluppa opportunamente le opere educative e formative a seconda delle esigenze dei tempi e dei luoghi con l'attivazione di Scuole, Centro di Formazione Professionale, Centri educativo occupazionali e Comunità alloggio.

L' Ente gestore ha come scopo primario l'attuazione e lo sviluppo di opere di carità cristiana e di carattere sociale in campo educativo, dell'istruzione, della riabilitazione e della assistenza socio-sanitaria, finalizzate prevalentemente a persone disabili e svantaggiate in risposta a bisogni reali e urgenti della nostra società, anche se le modalità sono mutate nel tempo e risultano diverse da quelle del momento in cui è nata. Infatti attualmente accoglie anche persone normodotate in età scolare dai 3 ai 18 anni per attuare l'integrazione e la socializzazione dei disabili.